Criptovlauta Bitcoin

Il mondo della moneta virtuale è anarchico, sregolato, asimmetrico, un mondo bello senza padroni, governato solo da visionari informati e spericolati.

Se in un processo economico ci sono soggetti in possesso di informazioni che altri soggetti non hanno, allora i soggetti informati useranno le informazioni a proprio vantaggio.

Non dite di non essere stati avvertiti: Il mondo delle criptovalute è diventato una giungla di valute vecchie nuove ma in continua crescita.

E’ innegabile, molte persone si sono arricchite con le criptovalute.

Quest’anno i prezzi sono andati vorticosamente verso l’alto, e la domanda è:

  • Nel 2018 succederà quello che è successo nel 2014, quando i Bitcoin da 1000 euro sono balzati a 200 euro.

La caratteristica delle criptovalute:

  • Non ci sono regole;
  • Non ci sono tutele;
  • Non ci sono banche centrali;
  • Sono completamente slegate dall’economia reale.

Cosa sono i Bitcoin

I Bitcoin sono una moneta virtuale per fare pagamenti online in assenza di regolamentazione da parte di un organo superiore o istituzione finanziaria. Il segreto che sta dietro ad una criptomoneta è la blockchain, ideata per garantire le transazioni e la titolarità della moneta.

I Bitcoin sono una moneta peer-to-peer (utilizzata da diversi anni nei sistemi di scambio di file), organizzate secondo un principio di server e client, ossia computer che si offrono come server.

Come funziona la blockchain

La Blockchain è una piattaforma che registra la creazione di nuove monete e il loro passaggio di proprietà, un vero e proprio registro pubblico che verifica e autentica l’appartenenza delle cripto valute.
Le registrazioni avvengono in un blocco di dati crittografici, che si aggiungono ad ogni blocco legandosi indissolubilmente.

Se pensate sia possibile modificare un blocco, no non si può fare, perché poi non sarebbe compatibile con i precedenti e successivi, pensate che un blocco è formato da 500 mila dati crittografici.

La creazione dei Bitcoin

La validità dei blocchi della blockchain si realizza con la risoluzione di calcoli matematici complessi. Per risolverli occorre mettere a disposizione tutta la capacità di calcolo del proprio computer per la costruzione della catena di blocchi.

Più è lunga la catena, più i calcoli sono complessi

Chi mina il Web è chiamato “miners”. I miners vengono ricompensati con un Bitcoin per ogni estrazione di blocchi. Per validare una transazione in Bitcoin si consumano 23,5 kilowattora di energia elettrica.

Per darvi un’idea, una famiglia media consuma all’anno 23,5 kw anno.

Il valore del Bitcoin

Non avendo legami con un’attività economica reale, il valore si basa solo su quanto le persone sono disposte a spendere per entrarne in possesso. I Bitcoin sono una via di fuga per gli investimenti in Stati dove i capitali sono sottoposti a limiti.

Se comprate cripto valuta prestate attenzione:

  1. Nel 2014 sul sito di Exchange Mt Gox, sono sparire 850mila Bitcoin;
  2. Nel 2017 sul sito di Exchange NiceHash, sono spariti improvvisamente 4700 Bitcoin;
  3. Quando comprate criptovalute non lasciatele negli Exchange, ma riversatele su una chiavetta fisica.